Tag "area"

Riceviamo e pubblichiamo:   I Comuni di Rende (capofila), Cosenza, San Pietro in Guarano, Mendicino, Marano Principato, Marano Marchesato, San Vincenzo La Costa, Castrolibero, San Fili, Lappano, Castiglione Cosentino, Zumpano, Dipignano, Cerisano, Carolei, Domanico hanno costituito,  il S.A.S.U.S. – Servizio

Si sono conclusi intorno all’1 di stanotte  i lavori del Centro Coordinamento Soccorsi istituito dalla Prefettura di Reggio Calabria per gestire l’emergenza maltempo della fascia Jonica reggina. Il CCS si era riunito ieri sera presso l’aula consiliare del Comune di

I Carabinieri della Compagnia di Melito di Porto Salvo (RC), diretti dal Capitano Gianluca Piccione, a conclusione di un servizio straordinario di controllo del territorio denominato “focus ‘ndrangheta”, disposto dal Comando Provinciale CC di Reggio Calabria, coadiuvati da unità del Nucleo

Condivido quanto sostenuto dal segretario generale Ust-Cisl Tonino Russo in merito alla necessità di collegare attraverso linee ad alta velocità la tratta ferroviaria jonica calabrese. Proprio su questo tema, insieme agli altri componenti del gruppo regionale Oliverio Presidente, ho depositato

Riceviamo e pubblichiamo:   Approvato di recente lo schema di convenzione tra il Comune di Rende ed il Dipartimento di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e Ingegneria Chimica dell’Università della Calabria per l’attivazione e il finanziamento di un assegno

Il Centro Servizi del Volontariato di Crotone si è fatto promotore della stesura e della sottoscrizione di un contratto aperto di iniziativa sociale per lo sviluppo e per il contrasto alla povertà: Con.Vo.Care. Il contratto è rivolto a tutti i

Lunedì mattina, ai margini di una riunione di maggioranza tenutasi presso la cittadella regionale a Germaneto, si sono incontrati con il Segretario Regionale del PD, On. Ernesto Magorno, i tre deputati regionali componenti il gruppo dei Democratici Progressisti, on. Giuseppe

Un’area boschiva di quindicimila metri quadri e oltre 2000 quintali di legname sono stati posti sotto sequestro dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Sant’Agata D’Esaro. Il provvedimento  è avvenuto a seguito di un controllo effettuato in località “Pettoruto”