Cutro (KR) – Petizione on-line e interrogazione parlamentare per Ryanair
6 febbraio 2016 Share

Cutro (KR) – Petizione on-line e interrogazione parlamentare per Ryanair

image_pdfimage_print

 

Appresa la notizia che Ryanair, a seguito dell’aumento delle tasse aeroportuali, scattato lo scorso 1° gennaio, ha deciso di cancellare tutti i voli da e per Crotone ( la compagnia irlandese ha comunicato, infatti, che, di fronte a tale aumento, di circa il 40%, non le rimane altra scelta che chiudere le basi di Alghero e Pescara, e cancellare tutti i voli di Crotone), mi sono subito mobilitato con una petizione on line e preoccupato di inviare una missiva all’On. Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera dei Deputati di Fratelli d’Italia –  AN, il quale tempestivamente ha presentato un’interrogazione parlamentare, indirizzandola al Ministro dello Sviluppo Economico, al Ministro dell’Economia e delle Finanze, e al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, sottolineando che “la decisione di Ryanair in modo pesantissimo sulle tre realtà aeroportuali citate e, in modo particolare, sullo scalo di Crotone, alimentato per la maggior parte dei voli della suddetta compagnia, nella quale il taglio delle rotte operate sarà totale, e dove solo i dipendenti diretti che rimarranno senza impiego saranno circa 200, senza contare i lavoratori dell’indotto”. Secondo una nota della società incaricata della gestione dell’aeroporto di Pescara, la compagnia irlandese avrebbe “comunque indicato una disponibilità a rivalutare le decisioni assunte in caso della prospettazione di forme compensative a tali incrementi resi disponibili entro le prossime settimane”. Le decisioni di Ryanair, colpendo gli aeroporti regionali, quelli cioè più piccoli, incide drammaticamente sull’economia di intere aree e sulle loro prospettive di sviluppo, soprattutto rispetto alle potenzialità turistiche dei territori.

Salvatore Rizzo

Dirigente Provinciale

Fratelli d’Italia – AN Crotone

 

(comunicato stampa)