Corigliano: Liberi e Uguali incontra gli elettori
10 febbraio 2018 Share

Corigliano: Liberi e Uguali incontra gli elettori

image_pdfimage_print

Si è svolta, presso la segreteria politica di Angelo Broccolo, sita a Corigliano Calabro scalo, davanti ad una numerosissima platea molto entusiasta, la manifestazione di aperture della camagna elettorale di LIBERI E UGUALI . Moderati dallo studente Lorenzà Caffè sono intervenuti i candidati Berto Liguori (plurinominale Camera), Mario Bonacci (uninominale Camera), Luciana Durante (uninominale Senato), Nico Stumpo (capolista plurinominale Camera) ed  Angelo Broccolo (capolista plurinominale Senato). La manifestazione si è conclusa con l’intervento del Presidente della Regione Toscana ENRICO ROSSI.

Vari i temi affrontati, per i quali sono state esposte le ricette di LIBERI E UGUALI.

Ottimi ed appasionati gli interventi di tutti i candidati, l’ Avv. Berto Liguori giovane brillante avvocato ed espressione del territorio così come il Prof. Bonacci, storico rappresentante della sinistra acrese e dai più conosciuto oltre che per la sua militinza anche per la grande passione con la quale insegna ai suoi studenti, anche se gli oltre centinaia di partecipanti attendevano per lo più l’intervento del dottor Angelo Broccolo, candidato del luogo Che con la passione ed il fervore di sempre ha infiammato la platea degli intervenuti rimarcando la necessità di ristabilire gli equilibri sociali tra i cittadini per essere sempre a sostegno degli ultimi. Il dottore Broccolo, appunto definito medico degli ultimi ha sempre ispirato la sua esistenza agli ideali derivanti dalla nostra Costituzione Repubblicana impegnandosi sulla difesa dei territori, della ambiente, dei diritti sociali e del lavoro. Sempre presente nelle lotte da quella No triv a quelle sui trasporti ridotti al lumicino passando per la contrarietà alla chiusura tribunale di Rossano ed al ridimensionamento degli Ospedali di Corigliano e Rossano ha, come sempre, esposto con enfasi e grinta le ricette con le quali Liberi e Uguali ritiene far rialzare la china al nostro paese, da un fisco più equo e rispondente ai dettami costituzionali al ripristino di un vero diritto alla Salute che nei nostri territori è stato Violentato passando per il cruccio numero 1: opportuntà di Lavoro. In un mondo dove pochi possiedono tanto è necessario ridistribuire la ricchezza verso i pochi. Come diceva Enrico Berlinguer: chi ha tanto paghi tanti, chi ha poco pafhi poco, chi ha nulla paghi nulla.

Vi sono anche stati altri interventi tra cui quello del dottor Gino Promenzio, presidente dell’associazione fiori d’arancio che ha ricordato ad Enrico Rossi, presidente di una regione dove vi sono state ben 16 fusioni, la storica fusione Corigliano-Rossano creando una città di circa 80 mila abitanti. Luciana Durante ha rimarcato come oggi sia importante dire no ad ogni forma di fascismo  mentre Nico Stumpo ricordando le sue frequentazioni fin da giovane della sibaritide ha raccontato le esperienze di creazione della sinistra giovanile anche a partire da Corigliano sofermandosi per lo più sul problema sanità e trasporti.

Dai toni pacati ma molto incisivi l’intervento finale di Enrico Rossi, presidente di una della Regioni leader sul tema sanità rammentando che i commissariamenti non risolvono i problemi  sottolineando inoltre l’importanza di questo territorio e le sue prospettive future puntando principalmente su turismo e agricoltura. Rossi infine ha chiuso sottolinenando l’importanza della costruzione di una sinistra di governo che parta dal basso e che vada oltre il 5 marzo Lo stesso ha evidenziato l’importanza della costruzione di una sinistra di governo che parti dal basso e che ovviamente andrà ben oltre il 5 Marzo.

Tags corigliano