Rossano (CS): La Cgil promuove incontro con i candidati a Sindaco
16 maggio 2016 Share

Rossano (CS): La Cgil promuove incontro con i candidati a Sindaco

image_pdfimage_print

Il contesto socio/economico che caratterizza il momento in cui i cittadini Rossanesi sono chiamati ad esprimersi per la scelta del loro Sindaco impone che sulle tante problematiche che interessano la Città ci sia quanta più chiarezza e trasparenza possibile sul comunicare quali sono le idee, le proposte e le soluzioni individuate da ogni singolo candidato alla carica di primo cittadino di Rossano.

Per tali ragioni riteniamo che alcune tematiche meritino un approfondimento aggiuntivo e vogliamo costruire un momento di confronto tra tutti i candidati a Sindaco ed i lavoratori, i pensionati, i precari iscritti alla Cgil.

La vertenza centrale Enel, il Tribunale, i problemi legati alla sanità in collegamento col costruendo ospedale nuovo, la fusione istituzionale tra le città di Rossano e Corigliano Calabro nella prospettiva dell’area vasta della Sibaritide, ma anche temi quali i servizi, il welfare, la progressività delle imposte e delle tasse oltre che gli spinosi temi riguardati i rifiuti, la mobilità ed il turismo crediamo debbano essere, per come fatto in alcune altre iniziative in città, tematiche maggiormente approfondite.

Bisogna costruire un vero patto col territorio, che vada oltre i programmi delle singole coalizioni, per costruire una identità territoriale che, partendo da problematiche di interesse generale, possa rilanciare Rossano e la Sibaritide come territorio non più riserva di caccia per i soliti “prenditori” politici, ma risorsa per l’intera Regione Calabria.

Bisogna avere il coraggio di comprendere che Enel ed Istituzioni hanno scaricato sul territorio la responsabilità della elaborazione di un progetto di valorizzazione della centrale e che non ci sarà alcun investimento della multinazionale energetica già impegnata in alcune opere di smantellamento, bisogna lavorare per costruire le sinergie, uscendo da logiche campanilistiche, per assicurare il diritto alla salute ai cittadini del territorio nell’attesa del nuovo nosocomio per il quale bisogna programmare con urgenza le opere accessorie, bisogna avere il coraggio di guardare ad un sistema di raccolta dei rifiuti che faccia del porta a porta in città un pilastro su cui fondare il modello di funzionamento ed il coraggio di dire cosa si pensa del piano rifiuti regionale.

Invitiamo perciò i candidati, augurandoci la partecipazione di tutti, ad un confronto aperto e di merito con gli iscritti alla cgil che terremo giorno 24 Maggio, presso i locali della ex delegazione municipale, con inizio alle ore 17.00.

 

(Comunicato Stampa)