Cirò Marina (KR): Due volontari della Misericordia in soccorso ad Amatrice
14 ottobre 2016 Share

Cirò Marina (KR): Due volontari della Misericordia in soccorso ad Amatrice

image_pdfimage_print

Dopo la  catastrofe naturale avvenuta due mesi fa nel Centro Italia,  aiuti di ogni genere sono arrivati presso i paesi colpiti e tutta la popolazione italiana si è mobilitata per apportare il suo benevole contributo. La Misericordia di Cirò Marina ha preso parte alla Missione in Amatrice, dal 24 Settembre al 1 Ottobre, con il gruppo di protezione civile delle Misericordie Calabro-Lucane il cui Responsabile è Valentino Pace, Vicepresidente della Misericordia di Trebisacce. I volontari Fortunato Strumbo e Danilo Viola facenti parte della Misericordia Di Cirò Marina da diverso tempo, raccontano la loro esperienza con parole toccanti e con occhi nostalgici. La processione di San Michele Arcangelo quale patrono di Amatrice, gli aiuti derivanti da ogni parte d’Italia,  i parrucchieri che una volta a settimana si recavano nel campo, i momenti passati a parlare e a consolare chi in un attimo ha perso tutto rimarranno per sempre nei loro cuori e nei cuori di chi come loro ha dato tutto se stesso in quella settimana di permanenza sul campo.

Strumbo si è  occupato della catalogazione delle risorse materiali che in quel periodo sono arrivate presso il campo, inoltre, è  stato l’unico volontario che prendendo parte ad un Servizio giornalistico  ha avuto modo di oltrepassare i confini di quel territorio considerato ancora rischioso.

Una montagna di Macerie dalla quale si innalza il campanile della città, unico edificio rimasto in piedi. Viola invece é  stato impiegato nei servizi in particolare si è occupato di servire i pasti insieme al gruppo cucina.

Il Governatore Rosario Gangale esprime tutta la sua gratitudine e si complimenta con questi volontari per questo gesto di amore fraterno, inoltre rivolge un ringraziamento alla Farmacia Comunale, nella persona della dott.ssa Scigliano che qualche tempo fa ha permesso alla stessa Confraternita di realizzare una raccolta di Farmaci destinati alle popolazione colpita dal terremoto e nel contempo i volontari del Servizio Civile che si sono prodigati nel sistemare abiti di vario tipo recapitati alle suddette popolazioni.

 

(fonte: ilcirotano.it)