Successo per la cena di beneficenza organizzata da Rossano Dacci Una Zampa
7 dicembre 2017 Share

Successo per la cena di beneficenza organizzata da Rossano Dacci Una Zampa

image_pdfimage_print

Si e’ svolta ieri sera presso il ristorante/pizzeria “Il Graticcio” la quarta cena di beneficenza con tombolata organizzata da Rossano Dacci Una Zampa.
Tante le adesioni e grande l’entusiasmo per l’operato di questa associazione che in pochi mesi e’ riuscita non solo a recuperare e far adottare oltre 80 randagi ma anche ad organizzare eventi di sensibilizzazione e un microchipday.
Ieri all’ evento ha partecipato in massa anche il “Comitato Zolfara nel Cuore” che nei mesi scorsi ha contribuito economicamente alla sterilizzazione di una cagnolina che vagava sulla spiaggia della contrada.
La cagnolina, Bella, di cui si e’ occupata “Heidi: una vita da cani” ha già trovato casa in provincia di Bergamo.
“Riteniamo” dichiara il presidente del comitato ZNC, avv. Gianfranco Lefosse, “che tutti i cittadini e le realtà a difesa del territorio debbano sostenere le associazioni locali che lottano contro il randagismo. Anche a Zolfara purtroppo vi sono decine di cani vaganti. Rossano dacci una zampa, con i propri fondi, ha già sterilizzato due cagnoline del posto e così abbiamo deciso di proporci per sterilizzarne una terza. La sterilizzazione infatti è lo strumento cardine per la prevenzione del randagismo e in quest’ottica Asl e Comuni devono operare in maniera più efficace perché sono gli enti più vicini al cittadino. Chi si occupa di animali abbandonati lo sa bene e si batte per fare in modo che la sterilizzazione diventi una consuetudine. Il problema aumenta di anno in anno e, considerando che un cane femmina, può mettere al mondo decine di cuccioli fino alla sua morte, il potenziale numero di parti è altissimo. E’ un vero peccato che, in zone con potenziale turistico notevole, si debba assistere a questo tristissimo “spettacolo” di degrado urbano e sociale ma soprattutto di sofferenza per queste povere creature fatte nascere incoscientemente. Il nostro augurio è che i cittadini collaborino attivamente per arginare questa piaga spesso voluta dall’insensibilità umana”.