Operazione Stige: il PD di Cariati si difende dalle accuse
26 gennaio 2018 Share

Operazione Stige: il PD di Cariati si difende dalle accuse

image_pdfimage_print

La Dda di Catanzaro e i Carabinieri del Comando operativo del capoluogo calabrese hanno sferrato un colpo sistemico alla ndrangheta del cirotano, di quelli che fanno male e piegano le ginocchia, in uno dei mandamenti più pericolosi e capaci di condizionare la crescita civile, morale, democratica ed economica della nostra amara Terra.

L’operazione di questi giorni ci fa capire che le collusioni dei boss con il mondo dell’economia e della politica sono dure a morire e continuano ad alimentare la forza della mafia. Il circolo PD di Cariati è schierato con le indagini della Magistratura condotte con professionalità e competenza dalle forze dell’ordine. Quando, però, alcuni giornalisti decidono di gettare fango su un Circolo politico rappresentato da tantissimi uomini e donne onesti, che spendono la propria vita in difesa dei valori fondanti la democrazia, la legalità e la morale, non compiono solo un atto di irresponsabilità, ma si rendono complici di un clima grigio e cupo, dove le insinuazioni e le denigrazioni possono essere scambiate con i fatti e i giudizi. Un clima in cui il vero e il non vero, il lecito e l’illecito si confondono: è il clima migliore per chi vuole infiltrare la criminalità e il malaffare nella società e nella politica.Quello che lascia perplesso l’intero circolo del PD di Cariati sono le illazioni della giornalista Alessia Candita del Corriere della Calabria, laddove in maniera disinvolta afferma che il nostro iscritto Giovanni Agazio, sia “…plenipotenziario del PD a Cariati…,storico colonnello del PD e (quale) membro di peso del direttivo locale continua a orientare il partito”. Affermazioni gratuite che necessariamente troveranno adeguata risposta nelle sedi competenti.Il Partito Democratico di Cariati, gestito in maniera democratica, non ha capi o plenipotenziari.È totalmente estraneo a fatti consimili ed è impegnato nella difesa della democrazia, della trasparenza, della legalità sempre, ovunque e comunque.Nella nebbia che avvolge il Paese e il quadro politico, le infamie al Circolo PD, diffuse con enfasi incomprensibile da “certa stampa” sono fatte per avvelenare e creare un clima torbido.  C’è da chiedersi: cui prodest?”.

Tags Cariati, pd, STIGE