Calabria: Studenti e cittadini in visita alla centrale Enel del Mercure
23 maggio 2016 Share

Calabria: Studenti e cittadini in visita alla centrale Enel del Mercure

image_pdfimage_print

La fabbrica dell’energia ha aperto ai tanti curiosi accorsi per visitarla in una giornata di festa all’insegna della conoscenza, dello sport e della cultura.

 

La prima volta con il “botto” per  la centrale rinnovabile Enel del Mercure.

“Centrali  Aperte”  all’impianto a biomasse del Mercure, infatti, ha  attirato  centinaia e centinaia studenti delle scuole del comprensorio, e numerosi  visitatori che hanno potuto osservare da vicino questa realtà produttiva in un appuntamento che Enel promuove da anni e che oggi è arrivato anche nella Valle del Mercure con iniziative culturali e sportive dedicate alla cittadinanza.

 

Ad accogliere le tantissime persone accorse  già dalle prime ore del mattino è stato Matteo Fallucca, responsabile della produzione Enel del Mercure, Rossano e Bari che ha accompagnato i ragazzi e i presenti nelle visite guidate all’impianto. Assieme a tecnici specializzati i tanti visitatori hanno potuto apprezzare il funzionamento di questa centrale a biomasse legnose vergini e scoprire i sistemi ambientali di cui è dotata.

 

“Enel – ha dichiarato Matteo Fallucca – intende rafforzare sempre più il rapporto con i cittadini e con il mondo della scuola. I visitatori hanno visitato con entusiasmo l’impianto e hanno toccato con mano l’impegno di Enel nel produrre energia con particolare attenzione all’ambiente. Aprire la centrale è per noi un segno di trasparenza nei confronti di tutti. Vogliamo che i cittadini possano venire qui, all’interno di questa realtà produttiva e rendersi conto di come si produca energia utilizzando moderni sistemi ambientali e usando la massima attenzione allo sviluppo del territorio”.

 

Centrale Aperta Enel è anche una giornata di festa oltre che di conoscenza.

Alle visite guidate, infatti, sono seguite iniziative sportive e culturali. Aurora Mastrandrea della Cooperativa Sociale l’Arco, e Giuseppe Bianco,  sociologo , studioso delle tradizioni popolari,  hanno incontrato e dialogato con i presenti per parlare di corretta alimentazione e di quanto questa possa rappresentare la principale fonte di energia e di benessere per tutti.

L’incontro si è concluso con una coinvolgente conoscenza delle origini e della pratica della tarantella e della pizzica.

 

I più giovani si sono potuti sfidare nei giochi d’arco con la Compagnia Arcieri Lago  e assistere alle evoluzioni dei rapaci abilmente condotti dai Falconieri dell’Irno.

I più fortunati tra  visitatori, si sono aggiudicati, attraverso la  estrazione a sorte di due nominativi   la maglia rosa del Giro d’Italia firmata da ciclisti e personaggi televisivi e il cappellino del Giro firmato da Paolo Bettini.

Con Enel Energia, infatti, il Giro è approdato anche in Calabria grazie a uno stand allestito all’interno della centrale del Mercure ricco di informazioni e dati storici di una delle manifestazioni sportive più importanti d’Italia.

 

La giornata è proseguita all’insegna del ballo, dei giochi e dei canti popolari grazie al supporto de “I Miromagnum”, associazione da anni impegnata nella diffusione delle tradizioni e della cultura locale e all’incontro e confronto con altre culture.

 

 

Domenico Trapasso

Affari Territoriali Area Sud

Affari Istituzionali Italia

 

 

(Comunicato Stampa)