Mezzi pericolosi rimessi sulla strada a disposizione dell’utenza
7 dicembre 2017 Share

Mezzi pericolosi rimessi sulla strada a disposizione dell’utenza

image_pdfimage_print

Scriviamo al sindaco perché gli amministratori della AMC ogni problematica che solleviamo pensano che sia rivolta a loro sul piano personale, dopo l’incontro in prefettura del 5 dicembre u.s. dove sembrava di trovarci in una farsa, – farsa intesa come una forma estrema di commedia che suscita il riso a scapito della logica, soprattutto attraverso giochi scatenati e assalti fisici. Anche se la farsa deve comunque mantenere un certo controllo sui rapporti umani, anche se solo per mettere in scena i più gravi difetti dell’umanità nell’interloquire; altrimenti rischia di degenerare nella parodia quello che abbiamo vissuto noi in prefettura ha questi connotati un atteggiamento teatrale lungo che tratta di situazioni assurde!

Infatti prima nessuno voleva confrontarsi con la USB su temi come gli incarichi ad personam,… le consulenze.. sulle promozioni facili con doppio e triplo salto carpiato!!! Cambiamenti di mansioni senza un organizzazione del lavoro, piante organiche inesistenti impossibilità di avere tutto il persole full time perché i soldi servono per pagare i manager di nuova acquisizione _ poi ci hanno riconvocati ma senza risposte! – ancora oggi nessuno ci ha saputo rispondere qual è l’incarico la funzione e soprattutto visto che abbiamo due manager in azienda il terzo lautamente pagato a cosa serve?

Qualcuno NON sa fare il suo lavoro??

Detto questo sig. sindaco vorremmo capire da lei sempreché non si sente minacciato dai nostri comunicati stampa e ci denuncia come vogliono fare i suoi amministratori, il trasporto catanzarese che fine farà ?? quali sono gli investimenti nel futuro? Il piano industriale e le strategie per dare risposte alla città in termini di trasporto cè lo faccia sapere!!

Oggi l’unica cosa certa è che il personale e l’utenza catanzarese rischia la vita perché il personale che utilizza i mezzi della AMC dopo che effettua la segnalazione scritta che il bus durante la marcia vibra sugli assi la sterzo non si controlla . i rumori di rottura aumentano la sicurezza è compromessa”” e quindi il mezzo viene depositato in azienda – il giorno dopo lo stesso mezzo è messo nuovamente in funzione con gli stessi problemi a discapito dell’incolumità pubblica.

Sig. sindaco capo di questa azienda che facciamo? Aspettiamo qualche disgrazia??

 

CZ 7 dicembre 2017 USB CONFEDERALE Calabria – f.to Antonio jiritano