Rossano (CS): Presepe vivente all’Istituto Comprensivo “Alessandro Amarelli”
17 dicembre 2016 Share

Rossano (CS): Presepe vivente all’Istituto Comprensivo “Alessandro Amarelli”

image_pdfimage_print

L’Istituto Comprensivo “Alessandro Amarelli” di Rossano, in occasione degli eventi natalizi promossi dall’Amministrazione comunale, presenta, nei giorni di sabato 17 e domenica 18 dicembre (dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle ore 18), presso la Scuola Primaria “Porta di Ferro” in Via Gran Sasso allo Scalo cittadino, “Il Presepe Vivente tra le botteghe della tradizione rossanese” a cura degli alunni, delle famiglie e dei docenti. Il singolare evento è stato voluto fortemente dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Tiziana Cerbino,

e dai docenti dei plessi dell’Infanzia di Via Torino, Donnanna, Piragineti e del Polifunzionale; dei plessi della Scuola Primaria di Porta di Ferro e Piragineti; ma anche della Scuola Secondaria di I° Grado di Donnanna e Piragineti. 24 le ricostruzioni che, tra botteghe e antichi mestieri, precederanno la Natività: <‘U Bomminedd’>. Numerosi, poi, saranno i figuranti che riprenderanno dal passato ‘a coccìa ‘e Santa Lucia, i piatti ‘e ra vijlia, l’arber’ ‘e ri nonni, e tanto altro, per regalare momenti semplici che possano essere un augurio profondo di serenità a grandi e bambini. Musiche a tema natalizio e dolci che, puntualmente, si preparano per le festività in ogni famiglia rosssanese, faranno da cornice durante il pomeriggio di sabato 17 dicembre, dalle ore 16, con la presenza del padre Arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, ma anche di diverse autorità civili del luogo. L’evento è patrocinato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Rossano. L’Istituto Comprensivo, inoltre, è presente alla 14esima edizione di “Natalitia” 2016 con l’esposizione di ben 10 presepi, realizzati dagli alunni e dai docenti con tecniche diverse, all’interno della Domus Bizantina, a pochi metri dal Palazzo San Bernardino, nel cuore del centro storico bizantino.

ANTONIO LE FOSSE

 

(fonte: rossanocalabro.it)